Urlaub in Klagenfurt am Wörthersee | Klagenfurt Tourismus | Hotels Klagenfurt Unterkünfte
Klagenfurt Tourismus

Klagenfurt Tourismus

deutsch english italiano slovenski
Search
Home . Cultura & belezze artistico-naturalistiche
Anche dal punto di vista della cultura, del teatro, dell’arte e della musica l'offerta non manca: forte di un teatro polifunzionale, di numerose associazioni culturali, cori e gallerie d’arte, Klagenfurt vanta una scena culturale ed artistica molto vivace.

Gli appassionati di storia possono scoprire passo a passo gli otto secoli che hanno segnato il passato di Klagenfurt partecipando ad un giro guidato della città vecchia. 

Il campanile della Stadtpfarrkirche, risalente al XVII secolo, offre un’eccellente postazione panoramica.

Ed ancora un consiglio: i “viaggi evocativi”, organizzati d’estate, offrono un’occasione unica per conoscere la capitale carinziana sotto una luce diversa.

www.kulturraum-klagenfurt.at




piazza
 
Neuer Platz

La piazza “Neuer Platz”, diretto davanti dal municipio, è il proprio centro di Klagenfurt am Wörthersee. La “Neuer Platz” è stato formato secondo I piani dal prestigioso architetto Boris Podrecca, ed è diventato da una moderna “città-piazza”.
Su lui si trova il Lindwurm, il monumento di Klagenfurt am Wörthersee. Architetto Podrecca è una specialista in relazione di spazio architettura, anche le piazza a Venezia, Piran, Cormons etc. sostenono la sua grafica.


Fontana del Lindwurm
 

Fontana del Lindwurm
Fontana (costruita attorno al 1590) al cui centro troneggia un drago, il Lindwurm. L’animale emblema di Klagenfurt, in origine un drago a due zampe, che passa volando dinnanzi alla torre civica, rappresenta un richiamo alla saga che narra della fondazione della città (Klagenfurt = Furt der Klage(n) = guado dei lamenti). La fontana del Lindwurm, con la scultura del “mostro”, Ercole e il reticolato rinascimentale, fu completato nel 1636.


Monumento a Maria Teresa
 
Monumento a Maria Teresa
Nel 1765 sul lato occidentale della Neuer Platz fu eretto il primo monumento a Maria Teresa imperatrice d’Austria, che andò a sostituire la statua equestre di Leopoldo I. Nel 1873, tuttavia, il prezioso originale in piombo duro fu sostituito da un plastico in bronzo, opera di Franz Pönninger e Rudolf Bayer. Nel 1972, a seguito della costruzione del garage sotterraneo, il monumento fu spostato sul lato orientale della piazza.

municipio
 
Rathaus
Sede municipale dal 1918. Costruito nel 1650 dal conte Rosenberg, il palazzo rinascimentale presenta un’interessante scalinata.

La capella di Fuchs
 
La Capella di Fuchs
Ci sono voluti 20 anni al Prof. Ernst Fuchs per poter portare a termine la propria opera nella “cappella invernale“ della Chiesa parrocchiale di Sant’Egidio…vale quindi la pena vedere il risultato! Colori fantastici, ricchezza di dettagli e una storia interessante che dà vita ai dipinti fanno della visita alla cappella di Fuchs un evento indimenticabile. 

 
Pfarrhofgasse 4, 9020 Klagenfurt am Wörthersee
Tel.: 0463/511308, fax: 0463/5113084
stegid@kath-pfarre-kaernten.at, www.st-egid-klagenfurt.at

Altes Rathaus
 
Altes Rathaus
L’antica sede del governo cittadino fu costruita attorno al 1600 da un architetto spagnolo prima sotto il nome di Palazzo Welzer, oggi noto come Palazzo Rosenberg. Da non perdere sono la corte interna con porticato, lo stemma dei Rosenberg posto sopra il portone principale ed il dipinto del Fromiller raffigurante la Giustizia che reca gli emblemi della città e della regione.


Sala dei blasoni
 

Landhaus
Commissionata a Hans Freymann e Johann Anton Verda tra il 1574 ed il 1594 a sostituzione della prima fortezza della città, eretta sull’acqua. Notevole al suo interno è la sala dei blasoni: che ospita 665 stemmi e blasoni dei casati gentilizi carinziani come anche dei capitani, balivi e governatori.


Goldene Gans
 
Haus Zur Goldenen Gans
Alter Platz 31. Documentata dal 1489, è forse la casa più antica della città, preservatasi fino ad oggi. Nel cortile interno spicca un altorilievo raffigurante un centauro con figura di donna (probabilmente del XVI sec.) ed un bel porticato.

Zona pedonale Alter Platz
 

Zona pedonale Alter Platz
Occupa una delle due direttrici lungo le quali il duca Bernardo fondò la città, un segmento dell’asse est-ovest che proprio qui incrociava l’asse nord-sud. All’estremità orientale della Alter Platz si scorge una tavola commemorativa voluta dai rappresentanti provinciali per ricordare la Porta di Völkermarkt.


Colonna della Trinità della peste
 
Colonna della Trinità e della peste
Originariamente in legno, la colonna della peste fu eretta attorno al 1680 sulla Heiligengeistplatz. Dopo la vittoria contro i Turchi (Vienna 1683) furono aggiunti la falce di luna e il crocifisso. Nel 1965 il monumento fu spostato sulla Alter Platz.

raffigurati gli stemmi delle città gemellate con Klagenfurt
 

Zona pedonale Kramergasse
Fu la prima zona pedonale d’Austria (dal 1961) ed accanto alla Alter Platz ed alla Wiener Gasse è una delle strade più antiche di Klagenfurt. Da non perdere: nella pavimentazione sono raffigurati gli stemmi delle città gemellate con Klagenfurt.


Omino del Wörthersee
 
Omino del Wörthersee
Leggendaria figura tratta dalla saga sull’origine del Wörthersee. Plastico metallico di Heinz Goll, 1965.

Monumento a San Floriano
 
Monumento a San Floriano
Eretto sulla Heuplatz nel 1781 in ricordo dell’incendio del 1777. Entrando sulla Heuplatz, Paul Hatheyer Schütt: murato, uno dei leoni di pietra un tempo posti a guardia delle vie di accesso alla città.

Stadttheater
 
Stadttheater
Edificio in stile Jugendstil costruito tra il 1908 ed il 1910 sul luogo in cui nel XVII sec. era stata fondata la casa da ballo. Ristrutturato ed ampliato nel 1998 su progetto dell’architetto Günther Domenig.

Stadthaus
 
Stadthaus
Edificato nel XVIII sec. sul vallo dell’allora bastia di Wölfnitz. Qui si trovava il primo canale (punto di straripamento) del torrente Feuerbach, che scendendo da nord si dipartiva dalla Glan per alimentare il fossato ed attraversare il centro. Nel 1830 l’edificio fu ristrutturato e trasformato in un palazzo signorile in stile Biedermeier. Particolarità: il frontone triangolare di ispirazione classica. Nelle immediate vicinanze si trova l’accuratissima imitazione del torso di una statua imperiale (probabilmente risalente al XVI secolo). Si ritiene che rappresenti il leggendario fondatore della città di Klagenfurt, l’imperatore Claudio II (il nome Klagenfurt viene da Claudiforum = mercato di Claudio).

Esposizioni a Stadtgalerie
 
Stadtgalerie
Theatergasse 4, esempio di edilizia popolare risalente al XVIII sec., ex cronicario, originariamente costruito quale ospizio per poveri ed orfani, rivitalizzato nel 1996. Scuola di musica e galleria civica Passaggio dalla Theatergasse allo Schubertpark.

Pfarrplatz
 

Pfarrplatz e piattaforma panoramica
Il cimitero più antico della città (fino al 1677). La casa con il numero civico n. 2 risale al 1620. La chiesa parrocchiale di Sant'Egidio sorge su una ex basilica e tre navate (prima testimonianza scritta risalente al 1255 sotto il nome di “Vrouwenkirche”). Il campanile della chiesa parrocchiale offre una piattaforma panoramica a 50 m di altezza da cui si gode una vista meravigliosa del centro storico di Klagenfurt e dei dintorni.
Aperto dal 04.04.2014 
 


Monumento a Spanheim
 

Monumento a Spanheim
Monumento: Statua del Duca Bernardo di Spanheim, fondatore della città alla metà del XIII secolo.  Zoccolo in pietra con leoni naturalistici di Josef Kassin (t 1931). Da qui, lungo la Kramergasse, si giunge alla ristrutturata Eisengasse e, proseguendo, alla Tabakgasse.


Museo d´arte moderna della Carinzia
 

Museo d’arte moderna della Carinzia – ex fortezza
L’edificio fu costruito nel 1586 quale Collegium sapientiae et pietatis per la nobiltà protestante. Dal XVII sec. alla metà del XVIII sec. fu residenza dei burgravi carinziani. La facciata nord, la cappella (accesso attraverso il museo) ed il secondo piano furono aggiunti nel XVIII secolo. Nel 1933 fu fondata la Kärntner Landesgalerie, la galleria regionale carinziana. Nel 2001 seguirono ampi lavori di ristrutturazione e quindi la nuova inaugurazione nel giugno del 2003.


Domplatz con duomo
 
Domplatz con duomo
Sulla sede dell’ex Collegio dei Gesuiti, più tardi adibito a caserma (Jesuitenkaserne), distrutta dai bombardamenti nel 1944. La chiesa, la prima a pilastri murali d'Austria, fu commissionata dai ceti protestanti nel 1581 e fu consacrata alla Santa Trinità nel 1591.

Casa Goldener Brunnen
 
Casa Goldener Brunnen, Lidmanskygasse 8
La Goldener Brunnen, XVII sec., era un edificio appartenente al complesso della Jesuitenkaserne (Domplatz) e veniva utilizzata dai Gesuiti quale seminario. D’interesse è il portone ad arco con epigrafe ed altorilievo dell’ordine dei Gesuiti. 

Chiesa mariana
 
Chiesa mariana (benedettina)
Costruita su commissione dei ceti cattolici da Adam Kolnig (t 1632) nel 1613 quale elemento del convento francescano. Sfuggiti alle continue ristrutturazioni si conservano ad oggi una torre ottagonale, gli stucchi del XVII sec., il dipinto della Crocifissione, opera del Fromiller, lapidi ed epigrafi tra cui quella del Barone Herberstein e della  Contessa Rosenberg, generosa protettrice del monastero. La chiesa passò ai Benedettini nel 1807.

Il pescatore di pietra
 
Il pescatore di pietra
Questa statua, risalente al 1606, che per tanto tempo aveva adornato la Heiligengeistplatz, è con ogni probabilità una personificazione dell’antico codice del mercato della pesca. 

Heiligengeistkirche a Heiligengeistplatz
 

Heiligengeistkirche
La chiesa, dal nucleo gotico, ma ristrutturata in stile barocco, si trova sul lato nord della Heiligengeistplatz e forma un unico complesso insieme con il sobrio convento (dal 1678 delle Orsoline). Da ammirare i sei stemmi intagliati in legno e il fonte battesimale del 1623.


Bambergerhof
 
Bamberger Hof
Fino al 1614 l’ex palazzo fu di proprietà del medico protestante Urban Zusner von Zusnerberg. Successivamente fu palazzo dei principi Bamberg (1759); facciata del XIX secolo. Cortile porticato rinascimentale con facciata datata attorno al 1650; sbocco sulla Renngasse.


Stauderhaus
 
Stauderplatz 8 / Stauderhaus
1909 (architetto Franz Baumgartner): il più bell’esempio di Heimatstil tedesco.

Palazzo di Maria Loretto
 
Il palazzo di Maria Loretto
Il palazzo di Maria Loretto, un edificio a 2 piani su base rettangolare con un alto tetto a padiglione, è di proprietà del capoluogo regionale di Klagenfurt. Venne costruito nel 1652 dal conte Johann Andrä von Rosenberg come residenza estiva con estesi giardini secondo la "maniera italiana". In seguito ad un incendio, nel 1708 vennero restaurati solo il palazzo, nella sua forma più elementare, e la cappella di Maria Loretto. Portale con arco a tutto sesto e stemma con l'indicazione dell'anno 1652. Nel giardino fontana a carrucola con coronamento in ferro battuto risalente al periodo della costruzione del palazzo.

Kreuzbergl con chiesa
 

Kreuzbergl con chiesa
A poca distanza dal centro, seguendo la Radetzkystraße, si giunge nell’area ricreativa del Kreuzbergl. Di particolare rilievo è qui la chiesa cosiddetta della Kreuzberglkirche o Kalvarienbergkirche, consacrata nel 1742. Costruzione barocca con due torri con cupola a bulbo. Falsa cupola con prospettiva architettonica e sudario di Cristo, opera di Josef Ferdinand Fromiller. Anche gli altari maggiori e gli altari laterali sono opera del Fromiller. Le stazioni della via crucis furono realizzate dopo la costruzione della chiesa; in luogo della Cappella del Santo Sepolcro (1742) sorge il Sacrario regionale. Tutte le raffigurazioni musive sono opera di Karl Bauer.


Valigia di R. Musil
 

Casa di Musil – Museo letterario Robert Musil
Mostre permanenti dedicate a Robert Musil, Ingeborg Bachmann e Christine Lavant nella casa natia del poeta austriaco assurto a fama mondiale.
www.musilmuseum.at


Steinerne Brücke
 

Lendkanal
Idilliaca via d’acqua dal Wörthersee al centro storico. Già nel 1240 il Duca Bernardo di Spanheim elaborò dei progetti per far giungere un braccio del Wörthersee fin nel centro della città. Si dovette, tuttavia, aspettare fino al 1527 per poter dare avvio ai lavori per la costruzione del Lendkanal. A quel tempo il canale serviva per riempire i fossati della città e per fornire una riserva d’acqua contro gli incendi.  Con l’ampliamento e l’approfondimento del canale, nel 1558, si riuscì a tratti a stimolare un vivace traffico di merci e passeggeri lungo questa storica via d’acqua.  Da allora si sono affermate diverse imprese che, a parte alcune interruzioni, vi gestiscono la navigazione. Lungo il Lendkanal sono dislocati i seguenti oggetti d’interesse: la chiesa evangelica della Johanneskirche (pittura con sagome), le banchine Elisabethsteg, Jergitschsteg e Heinzelsteg, i ponti Rizzibrücke, Steinerne Brücke (costruito tra il 1527 ed il 1538), l’Europapark, il Minimundus, il Planetarium, il rettilario, il Castello di Maria Loretto (costruito nel 1652), Maiernigg (un sobborgo di Klagenfurt dove si trovano la casetta in cui lavorava il famoso compositore austriaco Gustav Mahler ed il suo chalet sul lido risalente al XIX secolo).


Stadion di Klagenfurt
 
Il Wörthersee-Stadion di Klagenfurt 
Il Wörthersee-Stadion di Klagenfurt colpisce per la sua significativa architettura. La copertura sopra le tribune, costituita in parte da pannelli trasparenti a camere d’aria, crea effetti particolari. L’obiettivo dei progettisti era quello di dar vita ad una struttura compatta che ben si integrasse nel paesaggio. La distanza fra tribune e campo di gioco è ridotta, in modo da dare allo spettatore la sensazione di vivere ogni partita in prima persona. Per maggiori informazioni consultare il sito: www.woertherseestadion.at

 
Webcam Cartina della città Come arrivare Klagenfurt.at Newsletter Opuscolo
Cerca
arrivo
giorno mese anno
notti camera persone
Kinder (z.B. 2, 7)
Klagenfurt Tourismus | Tourismus Region Klagenfurt am Wörthersee GmbH
Neuer Platz 1 | A-9010 Klagenfurt am Wörthersee
Tel.: +43 463 537 2223 | Fax: +43 463 537 6218 | e-mail: tourismus@klagenfurt.at
Klagenfurt Tourismus auf Facebook